Mercoledì, 22 Novembre 2017
Unitelsardegna Logo
Piattaforma didattica >>
 

Premiati i poeti in lingua sarda

Pubblicazione: 
Venerdì, 31 Maggio, 2013 - 12:08

 

SASSARI. Alla presenza del rettore Attilio Mastino, che ha onorato la Fidapa con la sua presenza nell’Aula Magna dell’ Università di Sassari, il 17 maggio scorso è stato consegnato l’ambìto “Premio Rosilde Bertolotti”, arricchito ed esteso, per la prima volta al campo letterario di tutte le parlate della Sardegna, per la salvaguardia della lingua, della cultura, della storia e delle tradizioni del Popolo sardo. Tante sono state le opere presentate e tutte di spessore notevole. Molte nella parlata “sassarese” ed altrettante in quella “logudorese”, ma interessante è stata la partecipazione degli autori anche in altre parlate. Grande l’impegno della presidente della sezione Fidapa di Sassari Luisanna Tedde insieme alla Giuria ( presidente Grazia Elisabetta Coradduzza, Auretta Carta (con funzioni anche di Segretaria), Serena Cansella, Adele Loriga, Vannina Obino, Giovanna Pietri, Gavinuccia Solinas;commissari esterni : Salvatore Luiu, Dino Manca) che hanno dovuto scegliere le opere da premiare». Molti i poeti sassaresi e non “sassaresi” che hanno contribuito a questo importante evento con versi tanto validi, da poter essere inseriti ai primi posti della classifica per la loro ricchezza letteraria. Di seguito le opere premiate, lette dall’ attore Mario Dettori e dall’ attrice Clara Farina: 1°Premio ex aequo : “ Beranu tristu e ijerrile” di Carla Maria Casula; e “ Abà chi v’è la luzi di Angela Costanzo; 2° Premio : “Bastaiat unu abratzu” di Rachel Falchi; 3° Premio ex aequo :“Ti sigo a chilcare” di Angelo Maria Ardu; “ Unu che voi” di Anonello Bazzu; Menzioni d’onore: “Palchì sei turradda stasera”di Giuseppe Tirotto; “Sighì lu ventu” di Maria Agnese Casu; “Cherjo semenare” di Angelo Maria Mingioni; “Una criaddura”di Armando Canu ; Segnalazioni: “Dendi volta” di Nino Fois; “Patiu di la pizzinnia” di Giuseppina Schirru. Prosa: “Pigaus de is morus” di Rosanna Podda. L’incanto della poesia sarda è riuscita a far emergere un amore viscerale per la nostra terra, un’emozione forte e palpabile, che è proseguita nel canto possente e armonioso del coro “Amici del canto sardo”. Daria Pinna

Da La Nuova Sardegna del 31/05/2013