Sabato, 23 Settembre 2017
Unitelsardegna Logo
Piattaforma didattica >>
 

Cagliari - "Notte dei Musei"

Pubblicazione: 
Lunedì, 13 Maggio, 2013 - 10:57

 

 

Sabato 18 maggio 2013 i Musei di tutta Europa si mostreranno nell'inusuale e seducente veste serale, arricchendo l'offerta con musica, mostre, visite guidate, degustazioni.

L'evento, con il patrocinio dell’Unesco e del Consiglio d’Europa, è nato in Francia nel 2005. Per il quinto anno l’Italia partecipa all'evento, attraverso musei statali, civici e privati, aree archeologiche, gallerie, biblioteche, per un’emozionante e insolita esperienza del nostro patrimonio.

Il Museo sardo di Geologia e Paleontologia "Domenico Lovisato" e il Museo di Mineralogia "Leonard De Prunner", ospitati presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Cagliari, sede di Via Trentino 51, aderiscono all’evento.
 

 

Museo di Mineralogia e Museo di Geologia e Paleontologia – Università di Cagliari
Via Trentino, 51 - Cagliari
Vai alla pagina del museo

Museo di Mineralogia e Museo di Geologia e Paleontologia - Università di Cagliari
Via Trentino, 51
Cagliari
CA
Data: 18 maggio 2013 fino al 19 maggio 2013
Dalle ore 20.00 alle ore 02.00
Contatti
Telefono: 3398097061
Mail: pillolag@unica.it
Web: www.facebook.com/AmiciGeoMuseiUniCa

Visite Guidate.
- Proiezione video: Storia ed evoluzione dei Geo-Musei dell’Università di Cagliari – dal Cabinet de Curiosités a oggi.

Presentazione dei Musei

Il Museo sardo di Geologia e Paleontologia “Domenico Lovisato” e il Museo di Mineralogia “Leonard De Prunner” sono ospitati presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Cagliari, sede di Via Trentino. Entrambi i Musei presero origine nel 1806 quando il viceré di Sardegna Carlo Felice di Savoia donò le sue collezioni alla Regia Università di Cagliari.
Il trasferimento delle collezioni di pertinenza dei due musei nella sede attuale avvenne nel 1957; i reperti furono disposti in ampi spazi che occupavano gran parte del piano terra. Le collezioni di mineralogia includono ormai oltre 8000 pezzi provenienti da diverse località del Mondo, mentre le collezioni geo-paleontologiche sono costituite principalmente da esemplari di origine sarda e sono stimate a oltre 30.000 unità. I musei custodiscono anche un importante fondo documentale e strumenti antichi, acquisiti tramite donazioni o di proprietà dei rispettivi istituti universitari ai quali i musei sono stati sempre associati. Per tutti gli strumenti antichi, documenti cartacei e cimeli è in fase di allestimento una sala dedicata alla Storia ed Evoluzione dei due musei.

 

Fonte